<<Torna Indietro | Stampa

Personaggi famosi di Barletta

Scheda Risorsa

Crea un itinerario!

Barletta, annovera nella sua lunga e gloriosa storia, numerosissime personalità di spicco che hanno tato alto il nome di questa città anche fuori dal territorio pugliese, primo fra tutti è sopratutto Giuseppe DeNittis che ancora tutt’oggi le sue opere girano nei musei di tutto il mondo, non da meno e il pittore Raffaele Girondi o il contemporaneo Milo Lombardi. Anche nella letteratura "Massimo D’Azeglio" come nella politica "Carlo Cafiero" , nella musica "Carlo Maria Giulini" e nella nefasta guerra mondiale "Francesco Grasso", questi illustri signori sono diventati famosi a livello nazionale e non solo . Più contemporanei invece sono Piripicchio, nello spettacolo e il famosissimo a livello mondiale "Pietro Mennea" unico atleta ad aver avuto imbattuto il suo record per ben 20 anni (Corsa 200mt).

GIUSEPPE DENITTIS

RAFFAELE GIRONDI

MILO LOMBARDI

MASSIMO D’AZEGLIO

CARLO CAFIERO

CARLO MARIA GIULINI

FRANCESCO GRASSO

PIETRO MENNEA

GIUSEPPE GABBIANI

PADRE RAFFAELE DI BARI

ALTRI:
BASSI ANGELO
Magistrato. Nato nella città di Barletta (Ba) il 12 settembre 1941. Nominato uditore giudiziario nel ’67, svolge le funzioni di pretore mandamentale a Bono, in Sardegna, dal 1969. Nel 1970 è trasferito alla Procura della Repubblica di Foggia con funzioni di sostituto; sei anni dopo passa, con analoghe funzioni, alla Procura della Repubblica di Bari, dove rimane fino al 1980. Durante questo decennio sostiene la pubblica accusa dinanzi alle Corti di assise di Foggia e di Bari contro diverse associazioni eversive e terroristiche. Prosegue la propria esperienza giudiziaria quale pretore mandamentale e successivamente quale componente del collegio presso la seconda sezione penale del tribunale di Bari; in tale ruolo partecipa al maxi processo contro esponenti della mafia colombiana del castello di Mediin. Negli anni 1989 e 1990 tiene corsi seminariali presso la cattedra di Diritto penale dell’università di Bari e nel 1991 per laureati in economia e commercio. Organizza inoltre corsi di informatica presso ií tribunale di Bari, a beneficio di colleghi magistrati e personale di cancelleria, tanto da essere prescelto quale presidente Uda presso il Tribunale e vicepresidente Uda presso la Corte d’appello. Realizza programmi informatici per la gestione degli affari civili e penali del tribunale di Bari, svolgendo una costante opera di sensibilizzazione al problema del monitoraggio del sistema giudiziario europeo professionisti ed enti operanti nel settore. Nel 1989 torna alla Procura della Repubblica di Bari, con funzioni di procuratore aggiunto; dal 1992 al 1996 fa parte della Direzione distrettuale antimafia. Dal maggio ’96 è stato trasferito alla Corte d’appello di Napoli.

BOCHICCHIO Donato
Poeta e scrittore, nato nel comune di Barletta nel 1914.
Opere: Flosculi, noesie; Tristia,; Uomini, pace!, ; Un mattino senza tramonto.; Squarci di vita, poesie.

BRICCOS Teodoro
Poeta, nato a Barletta nel 1871 Morto nel 1940.
Opere: Versi (Bologna, 1907); Grecia e I talia (Barletta, 1914); Le torture della Sfinge, poesie (Trani 1927); Il volto d’Athena, id. (Torino, L’Impronta, 1931), trad. in greco da A. Schiadaresti.
Bibl.: D. Giusto, op. cit.; G. Luongo e A. Manuppelli, o p. cit. .

CASSANDRO Giovanni Italo
Giurista e paleografo, nato a Barletta il 21 -4- 1913. Prof. Univ.
Opere: Lineamenti di diritto pubblico nel Regno di Sicilia citra Farum sotto gli Aragonesi (Bari, ’34); Contributo alla storia della dominazione Veneta in Puglia ( Venezia, 1935); La Curia di Petiton e il diritto processuale di Venezia ( id. 1937); Le rappresaglie e il fallimento a Venezia nei secoli XIII- XVI (Torino, 1938); Barletta e le Universitates Meridionali sotto gli Aragonesi (Trani, 1938); Le pergamene della Biblioteca Comunale di Barletta. 1186-1507 (id. 1938); Il regolamento delle rappresaglie a Napoli sotto gli Angioini (Roma, ’38); Una controversia tra Venezia e Brindisi nel secolo XIV ( Lecce, 1938); La Liburnia e i suoi Tertiatores (Napoli, 1940); Patronato, Commenda e la Badia della Magione di Palermo (Roma, 1942); Storia delle terre comuni e degli usi civici nell’Italia Meridionale (Bari, 1942); La Promissio del Duca Sergio e la Societas Napoletana (Firenze, ’43); Le pergamene dell’Archivio Paternò-Ragusa (Roma, 1943); Storia di una terra del Mezzogiorno: Atena Lucana e i suoi statuti, con Pref. di B. Croce ( id. 1946); L’elemento volgare nella storia giuridica (Bari, 1949); La tutela dei diritti nell’Alto Medio Evo (id. 1950); Storia del diritto commerciale, p. 1a (id. 1955); Vicende storiche della lettera di cambio (Napoli, 1956); Note storiche sul contratto di assicurazione ( id. 1959); Un Trattato inedito e la dottrina dei cam[7i nel Cinquecento ( id. 1962); F. Meinecke: Af orismi e schizzi sulla storia, a cura (id. ’62); E. Besta: Scritti di storia giuridica meridionale, Pref. e cura ( Bari, 1962); Ricordo di F. Nicolini (id. 1965); Lezioni di diritto Comune (Napoli, E.S.I., 1971).
Bibl.: Ann. dell’Univ. di Bari, op. cit.; Panor. hiog., op. cit.; Il Merito, Op. cit.; B. Croce: Nuove pagine sparse, vol. 1° (Bari, 1966); Chi è? 1957, op. cit..

CASSANDRO Michele
Pubblicista e scrittore, nato a Barletta nel 1876. Morto nel 1962. Padre dei due precedenti e del seguente.
Opere: V. Hugo e il suo romanticismo (Barletta, 1903); F. Girondi nella vita e nell’arte ( id. 1925); Mazzini e il suo pensiero religioso (id. 1930); F. Mistral nel 1° centenario della sua nascita (id. 1932); C. Fracanzano e il suo tempo (id. 1932); La Pinacoteca Comunale. Donazione Gahkiani (id. 1932); G. De Nittis (id. 1934); Un precursore della Conciliazione: L’Abate S. Pappalettere (id. 1936); Barletta nell’arte ( id. 1937); Barletta nel romanzo di D’Azeglio e nella storia (id. 1937); I Re di Napoli a Barletta. 1127-1847 (id. 1940); F. Sponzilli (id. 1943); C. Cafiero (id. 1946); L’Alto d’Oro della città di Barletta (id. 1948); Barletta nella guerra 1915-’18 ( id. 1952); Per il 450° annuale della Disfida di Barletta (id. 1953); V. De Stefano, pittore (id. 1954); Il colosso di Larletta (id. 1954); Commemorazione di S. Loffredo nel 50° anniversario della morte ( id. 1955); Canne e Barletta (id. 1955); Catalogo della Galleria De Nittis ( id. 1956); Barletta nella storia e nell’arte (idem 1957); De Nittis (Bari, Adriatica, 1971).
Bibl.: A. Codignola, op. cit.; C. Violante: M. Cassandro studioso di storia barlettana ( Bari, in Rass. Pugliese, a. 1°, 7-8, 1966).

D’AMATO Orazio ( Padre Alfonso )
Storico e scrittore, nato a Barletta 1’8-10-1915.
Opere: Atti del Capitolo Provinciale della Lombardia Inferiore, celehrato a Vicenza nel 1307 (Roma, 1943); Le vicende dell’osservanza regolare nella Congregazione Domenicana dí Lombardia negli anni 1469 1472 (id. 1945); Le reliquie di S. Domenico, storia e leggenda (Bologna, 1946); Gli Atti dei Capitoli Generali del 1474 e del 1486 e altri frammenti ( Roma, 1947); I Domenicani a Ranzano (Firenze, ’48); Bombologno des Musolinis di Bologna (Bologna, 1948); L’origine dello Studio Domenicano e l’Urziversità di Bologna (id. 1948); I Domenicani (Torino, 1951); La Provincia Utri?`sque LomI7ardiae (idem 1951); Vincenzo Orsini (ienedetto XIII) e lo studio Domenicano di Bologna (Bologna, ’51); Il cammino di una grande idea. L’Ordine dei Frati Predicatori ( id. 1955); Sull’introduzione della riforma domenicana nel Napoletano della Congregazione lomharda (1489- 1501 ) (Roma, 1956); La Sacra Scrittura nell’ordine domenicano ( Bologna, 1956); I religiosi (id. 1957); Disse un giorno Gesù (Rovigo, 1957); L’Universitas degli Scolari e i Domenicani a Bologna (Ragusa, ’59); La Biblioteca di S. Domenico a Bologna (id. ’59); Les Actes Capitulaire de la Congrégation Domenicaine de Lombardia (Roma, ’61); Bologna Domenicana (Bologna, ’61); La nostra missione brasiliana nel XXV della sua fondazione (id. ’61); Impressione di un viaggio in Russia (id. 1961); La libertà della scuola ( id. 1963); L’ordine della Verità per l’unità della fede (idem 1965); Divorzio e civiltà ( id. ’71) . Bibl.: V. Caputo: Storici, op. cit.; Panor. biog., op. cit.; Ann. della Stampa, op. cit.; Chi scrive, IIa ed., op. cit.; Lui, chi è? I° e II° ed., op. cit.; Poeti, Scritt. Art. anni ’70, op. cit.; G. Colomo, op. cit..

DE FEO Nicola Massimo
Filosofo, nato a Barletta nel 1939. Prof. Univ.
Opere: Kierkegaard - Nietzsche - Heidegger. Ontologia fondamentale (Milano, Silva, 1964~, Analitica e dialettica in Nietzsche (Bari, Adriatica, ’65 ); Prassi e scienza sociale (Milano, Silva, 1967); Introduzione a Weber (Bari, Laterza, 19701; Weber e LuLàcs (Bari, De Donato, 1971); Max Weber (Firenze, La Nuova Ttalia, 1975).

FRISARDI Nicola
Pianista concertista e docente di pianoforte all’Accademia del ’Mozarteumn" di Salisburgo. Nato a Barletta (Ba), ha studiato al conservatorio di Bari con Marisa Somma; vincitore di una borsa ministeriale di perfezionamento, si è quindi trasferito a Salisburgo seguendo i corsi di Hans Leygraf, Tina Nikolayewa e Georgy Sebok. Nel 1989 vince a Palm Beach (Florida- Usa) il primo premio al concorso internationale pianistico ’Invitation international piano competition’ cui seguono alcune sue felici esibizioni al ’Lincoln Center’ di New York, a Philadelphia, Boston e Washington. Precedentemente, nel 1986, aveva compiuto una tournée in Giappone registrando per la DDG musiche di Schumann, Haydn e Stravinskij. Ha suonato con la Royal Philarmonic Orchestra; con la Camerata Accademica e con l’Orchestra del Mozarteum. nel 1991 nell’ambito delle celebrazioni mozartiane, ha eseguito a Napoli e a Salisburgo l’integrale delle sonate per pianoforte di Mozart. Si esibisce frequentemente in alcuni dei più importanti centri musicali (Vienna, Monaco, Londra, Lisbona, Roma, Milano). Tiene corsi di perfezionamento In Giappone, Usa e italia (Castel del Monte). Vive e lavora a Salisburgo.

Fonti: Rilevazione diretta, interviste, siti istituzionali, wikipedia

Categoria: Personaggi

Città: Barletta

Links

Nessun Link Per queste risorsa!