<<Torna Indietro | Stampa

Grotte di Castellana

Scheda Risorsa

Crea un itinerario!

Scavate dall’azione di un antico fiume sotterraneo, le grotte sono formate da una serie di enormi voragini carsiche, aventi uno sviluppo prevalentemente orizzontale e collegate fra loro da stretti passaggi e corridoi. La principale peculiarità è che le grotte comunicano con l’esterno attraverso un vasto cavernone a cielo aperto, la cosiddetta grave, alto 60 m, largo 50 e lungo 100; al fondo di questo si apre un cunicolo che porta al vero e proprio sistema delle grotte sotterranee, che si estendono per la lunghezza di circa 1 chilometro e mezzo - per la parte finora esplorata - e la cui grandiosità e ricchezza di concrezioni d’ogni forma e tipo (stalattiti e stalagmiti spesso si saldano fra di loro a formare delle colonne) ne fanno uno dei più mirabili scenari sotterranei finora scoperti nel mondo. La grave, prima che fosse scoperta e percorsa il 28 gennaio 1938 dallo speleologo Franco Anelli - e successivamente dal castellanese Vito Matarrese -, veniva usata come discarica, e si credeva che fosse un abisso senza fine.


Le tappe principali del percorso sono: la Grotta Nera (con le pareti ricoperte da una flora batterica di origine esterna); il Cavernone dei Monumenti (grandiosa cavità, con volta alta 40 m); il Corridoio dell’Angelo; il Cavernone della Civetta; la Cavernetta del Presepe (con una piccola stalagmite raffigurante la Madonnina delle Grotte); il Corridoio del Serpente (per la presenza di una concrezione simile a un cobra); la Voragine (70 m); il Piccolo Paradiso; la Caverna dell’Altare; la Caverna del Precipizio (una tetra e profonda voragine); il Corridoio del Deserto (lungo 500 m); la Saletta della Cortina (dove hanno inizio concrezioni cristalline, definite il regno dell’alabastro); il Duomo di Milano; la Caverna del Trono; l’Inferno (un baratro profondo 15 m); la Caverna della Colonna Rovesciata; la Torre di Pisa; il Laghetto dei Cristalli; la Sala Rossa; la Caverna della Cupola; la Grotta Bianca (definita "la grotta più bella del mondo"; recentemente restaurata).

Fonti: Rilevazione diretta, interviste, siti istituzionali, wikipedia

Categoria: Siti Naturalistici

Città: Castellana Grotte

Links

Sito ufficiale - http://www.grottedicastellana.it/